MENU

venerdì 10 novembre 2017

Meringhe vegane


I dolci senza uova nn hanno nulla da invidiare a quelli con...se provate queste meringhe non ve ne accorgerete della differenza da quelle con gli albumi....l'ingrediente segreto, che tanto segreto non è che l'acquafaba,ovvero l'acqua di cottura dei ceci.
Potete benissimo usare anche quella delle latte, l'importante che il prodotto è biologico.
Le dosi sono le stesse delle classiche meringhe, ovvero 1 parte di base liquida e 3 parti di zucchero a velo.
Ecco gli 

  • 120 ml di acquafaba
  • 360 g di zucchero a velo
  • un pizzico di sale
  • zuccherini per decorazione
  1. Come prima cosa accendiamo il forno a 120° modalità statica.
  2. Mettete in un pentolino l'acquafaba e fate restringere sul fuoco per due minuti.Lasciate raffreddare a temperatura ambiente.
  3. Con le fruste elettriche montate il composto a schiuma aggiungendo il sale.Appena diventa schiumoso aggiungete a poco a poco lo zucchero e montate per bene .Ci vorranno una decina di minuti.
  4. Prendete una teglia da forno, tappezzatela con l'apposita carta.Mettete il composto nello sac a poche e formate le meringhe.Aggiungete i zuccherini colorati e infornate a 120° per i primi 10 minuti poi abbassate la temperatura a 100° e fate asciugare le meringhe per un ora circa.
  5. Spegnete e lasciate raffreddare nel forno spento per tutta la notte.
  6. Si possono congelare nei sacchetti di plastica e usate quando si hanno ospiti improvvisi per la preparazione di un buonissimo Eton Mess

giovedì 26 ottobre 2017

Mangiare Biologico


Mangiare biologico sta diventando un fenomeno di tendenza sempre più in crescita in Italia .Sentiamo parlare sempre di più di prodotti biologici, del naturale dell'importanza di mangiare sano .
Bisogna fare un po' di chiarezza sul biologico, viste le ultime novità sull'uso dannoso dei diserbanti per la nostra salute.L'agricoltura biologica ha come obbiettivo il rispetto per l'ambiente e offre al consumatore un prodotto genuino e sopratutto naturale, che implica anche il non uso dei diserbanti, insetticidi,pesticidi preferendo l'utilizzo dei concimi naturali per ottenere appunto prodotti biologici.
Approsito del bio a settembre a Bologna si è svolta la fiera del biologico a Bologna,Sana 2017.
920 aziende su 22.000 mq di superficie espositiva netta e una presenza di visite in linea con la precedente edizione del 2016.
Questa piccola introduzione per farvi un po' conoscere le uova(rigorosamente biologiche ) di quaglia, che sono sempre di più preferibili alle altre uova per la totale mancanza di colesterolo ldl(cattivo),sono ricche di fosforo, calcio, potassio, proteine e vitamine. 
In Romania,ricordo che mia nonna mi faceva fare sempre la cura con le uova di quaglia, ottima contro i malanni di stagionava sempre fatta in primavera oppure fine autunno.
Aumenta la vitalità, la concentrazione, le difese immunitarie.
La cura consiste nel assunzione, per un mese di un uovo proseguendo con l'aumentare la quantità di uno per il giorno corrispondente del mese.
Per esempio, giorno 1 un uovo, giorno due due uova e cosi via fine alla fine del mese con l'assunzione di 30 uova .
Qualcuno potrebbe storcere il naso l'idea di ingurgitare una tale quantità di uova crude.Se proprio non riuscite è consigliabile prenderle sotto forma di zabaione.
E visto che il periodo è quello giusto,perchè non provare?fatemi sapere...intanto vi lascio un scatto delle mie uova....adoro la loro forma cosi incline alle foto....a presto con un nuovo articolo!!!

venerdì 31 marzo 2017

Sgombro al vapore con insalata di piselli mangiatutto


Avere un orticello è una grandissima fortuna, non finirò mai di dirlo...Quando le verdure di stagione sono bio la felicità è ancora più in.Ecco il perché oggi vi propongo un piatto di stagione per quelle giornate di primavera che riscaldano le nostre giornate.Alberi in fiore e tanti colori, cosi come il verde di questo piatto che si prepara veloce ed è molto ma molto gustoso.


  • uno sgombro, pulito ed eviscerato
  • piselli biologici dell'orto 
  • olio evo
  • salsa di soia


  1. Pulite il codino e i fili dei piselli, lavateli e poi metteteli in acqua e bicarbonato per mezz'ora.Risciacquate bene e metteteli nel aroma del Bimby(oppure nella vaporiera),parte bassa.
  2. Il pesce, pulito,lavato e asciugato salate e mettetelo nell vassoio alto del Varoma .
  3. Versate nel boccale 1 litro d'acqua e mettete il varoma sopra.Cuocete per 45 minuti temperatura Varoma del.1.
  4. Trascorso il tempo mettete il pesce sul piatto di portata e tenete coperto in caldo.
  5. Mescolate in un recipiente mezza tazzina di salsa di soia e 2 cucchiai di olio evo.Tuffate i piselli mangiatutto e mescolate bene.Aggiungete l'insalata allo sgombro e servite subito.
Mangiatutto perché i pisolini sono teneri e di conseguenza la buccia rimane morbida.Se invece non vi piacciono con la buccia cucinateli interi al vapore e poi togliete i pisolini e procedete come al punto 5.
Ricettina per una persona.Per due persone avrete bisogno di due sgombri .

martedì 28 marzo 2017

Nidi pasquali di pasta frolla


Ricettina pasquale dolce.Un dolce che richiama la primavera e i nidi delle rondini.Molto scenografico ma sopratutto cioccolatoso.Gli unici aggeggi occorrenti sono una teglia da forno, un pentolino e il caro vecchio spremi patate.






  • 220 g di farina Manitoba
  • 120 g di burro morbido
  • 100g di zucchero semolato
  • 50g di cacao amaro in polvere
  • 1 uovo grande più un tuorlo
  • 5g di lievito in polvere vanilinato  per dolci
  • Un pizzico di sale
  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 50 ml di panna liquida 
  • confetti colorati al cioccolato per la decorazione 


  • Prepariamo la frolla impastando gli ingredienti nel mixer fino ad ottenere un composto sabbioso.Lasciate riposare nel frigo per mezz'ora.Accendete il forno a 180° .Sciogliete a bagno maria il cioccolato fondente mescolato alla panna.
    Riprendete l'impasto dal frigo, tappezzate una teglia che può andare nel forno con carta da forno e con lo spremi patate formate dei nidi di frolla sulla teglia.Schiacciate al centro leggermente per dare la forma del nido e infornate per 20-30 minuti.Togliete dal forno e aggiungete un cucchiaio del cioccolato sciolto al centro di ogni nido.Decorate con i confetti colorati e lasciate raffreddare bene.


    mercoledì 8 marzo 2017

    Torta Mimosa


    Un dolce colorato con la speranza che la primavera entri nelle vostre case portando i primi raggi del timido sole.Un dolce simbolico per questo giorno, il giorno della festa delle donne, anche se di festa non si dovrebbe parlare.Il giorno in se per me è importante in quanto si parla molto, cercando di sensibilizzare, della violenza sulle donne, del rapporto della società nei confronti di noi Donne,mamme,amiche,mogli,sorelle....
    Un giorno apposta ci vuole per festeggiare la donna?direi che ogni giorno è una buona occasione per festeggiare le meravigliose creature che siamo noi, le donne.
    Le creature che non si tirano indietro dinanzi le difficoltà, che tirano su la familia,i figli,che hanno sempre una parola di conforto per il prossimo, che riescono sempre ad essere di tutto e di più contemporaneamente.
    Una volta qualcuno diceva che le donne siamo magiche, un misto di meraviglia e fantascienza con un pizzico appunto di magia.
    Ecco il mio "regalo" alle mie amiche Donne,un dolce colorato e bello come il nostro animo.

    Per i Pan di Spagna:

    • 300 gr di farina 00
    • 300 gr di zucchero (semolato)
    • uova (intere)
    • 50 gr di fecola di patate
    • 1 bustina di lievito per dolci
    • 1 bustina di vanillina

    Per la Crema Pasticcera:

    • 8 tuorli d'uovo
    • 200 gr di zucchero (semolato)
    • 600 ml di latte (intero, fresco)
    • 70 gr di maizena
    • baccello di vaniglia
    • 200 ml di panna per dolci

    Per la Bagna:

    • 100 ml di acqua
    • 50 gr di zucchero (semolato)
    • 50 ml di liquore Strega



    1. Per preparare la torta mimosa Bimby dobbiamo preparare innanzitutto il pan di spagna, per dargli anche il tempo di raffreddarsi. Riunite nel boccale del Bimby lo zucchero e le uova e montateli per 6-8 min a vel. 4-5.
    2. Aggiungete la farina, la vanillina e il lievito ed incorporate il tutto lavorando 3 min. a vel. 4.
    3. Versate poi l'impasto suddividendolo in due stampi da 22 cm di diametro imburrati o rivestiti con della carta forno ed infornate in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti.
      Ora passate a preparare la crema pasticcera che ci servirà per farcire la nostra torta mimosa Bimby. Riunite nel boccale del Bimby pulito e asciutto lo zucchero e i tuorli e lavorate 5 min. a vel. 4-5.
      Aggiungete il latte a filo dal foro del coperchio, che avrete precedentemente riscaldato e lasciato in infusione con un baccello di vaniglia inciso, compresi i suoi semi, lavorando a vel. 2.
      Quando lo avrete versato completamente lavorate ancora 2 min. a vel. 3.
      Unite la maizena e lavorate ancora 2 min. a vel. 3.
      A questo punto cuocete la crema 6 min a 80° a vel. 4.
      Versate la crema pronta in un contenitore di ceramica, coprite con la pellicola per alimenti a contatto e lasciatela raffreddare completamente, se vi riesce passatela anche in frigorifero una mezz'oretta.
      Quando la crema è fredda montate la farfalla e versate la panna nel boccale del Bimby (tenete boccale e farfalla in frigorifero per una mezz'oretta, per montare meglio la panna) e montate la panna 2 min. a vel. 3.
      Aggiungete 2/3 della panna alla crema pasticcera mescolandola con una spatola, e tenete da parte la restante.
      Preparate la bagna mettendo zucchero e acqua in un pentolino, fate sciogliere lo zucchero ed aggiungete il liquore Strega.
      Ora passate alla farcitura della torta mimosa Bimby. Riprendete i pan di spagna e tagliate la parte scura tutt'intorno e in superficie. Tagliate poi i pan di spagna in tre dischi, tenetene uno da parte e tagliate l'altro ancora a striscioline e a cubetti.
      Mettete il primo disco di pan di spagna in un piatto da portata, sistemate un disco regolabile (o la cerniera dello stampo), bagnate il disco, spalmatevi metà della panna ed un po' di crema. Coprite con l'altro disco di pan di spagna, bagnatelo e procedete come prima. Infine coprite con l'ultimo disco di pasta.
      Mettete il dolce nel frigo a riposare per un oretta.
      Riprendete la torta dal frigorifero spalmate tutt'intorno il resto della crema e fatevi aderire il pan di spagna sbriciolato.
      Decorate con fiori e farfalle di pdz.

    mercoledì 1 febbraio 2017

    Pancake con farina di quinoa

    Sono poche le persone nella mia vita che ammiro veramente e una di queste era il professore Veronesi che diceva che bisogna stare attenti, per avere una salute di ferro,ai  4 veleni bianchi, come li chiamava lui:

    1. Il sale
    2. La farina bianca
    3. Il latte(siamo l'unica specie che ci nutriamo del latte di un'altra specie)
    4. Lo zucchero
    Bisogna provare per un tot di tempo per vedere dei benefici sul nostro corpo, benefici che una volta provati si va avanti con una alimentazione più sana.Se c'è anche del movimento fisico le premesse per una vita sana ci sono eccome.
    Ecco il perché,se decidete di eliminare tutto quello elencato sopra, vi propongo una ricetta per la colazione...io questi pancake li preparo la domenica e mi bastano per 3 colazioni.Ma andiamo per ordine:



    • 2 tuorli di uova bio
    • mezzo cucchiaino di dolcificante a base di Stevia
    • 10 cucchiai di farina di quinoa
    • 300 ml di acqua fresca(anche frizzante)
    1. Sbattete in una casseruola i tuorli con la stevia aggiungete l'acqua e poi la farina a pioggia mescolando bene.Dovreste ottenere una pastella non troppo liquida.
    2. Riscaldate una padella sul fuoco e quando è ben calda versate a cucchiaiate il composto dando la forma rotonda.Quando nella superficie si formano le bollicine girate il pancake e cuocete dall'altro lato.Con l'intero composto dovrebbero risultare circa 7-8 pancake piccole.
    3. Servite con la frutta fresca e caffè di cicoria.


    mercoledì 28 dicembre 2016

    Eton mess

    È passato un'altro anno, tempo di tirar le somme, fare i conti, augurarsi il meglio per quello che verrà e salutare il vecchio anno con nostalgia e con certi cari ricordi nel cuore.Anche se questo spazio è sempre nel mio cuore, purtroppo per mancanza di tempo si pubblica sempre meno,ma una cosa è certa:non potevo lasciare che passasse il 2016 senza una ricettina di fine anno, una specie di augurio per il nuovo, con la speranza di essere più presente nella mia cucina virtuale.
    Per questa ricetta potete giocare di furbizia, preparate le meringhe e metteteli in una busta nel freezer.
    Al'occorenza,quando avete voglia di coccolarvi, uscite fuori tre-quattro meringhe e il dolce confort è pronto in un batter d'occhio.
    La ricetta è di Nigella Lawson,se non avete le fragole va bene anche l'ananas,more,banane,lamponi,more,mirtilli e cosi via.


    • fragole 500g
    • 2 cucchiaini di zucchero semolato o vanigliato
    • 2 cucchiaini di succo di melagrana
    • 500 ml panna da montare
    • 4 nidi meringa (anche confezionate)
    1. Pulire e tagliare le fragole e sistemarle in una ciotola. Aggiungere lo zucchero e il succo di melograno e lasciare macerare.
    2. Montare la panna in una ciotola capiente finché diventa densa, ma ancora soffice.
    3. Sbriciolare grossolanamente i 4 nidi di meringa – avrete bisogno di pezzetti per la consistenza, così come un po ‘di polvere fine.
    4. Mettere da parte un mestolo, o circa 100g, delle fragole tagliate, e unire la panna alla meringa ed al resto della frutta.
    5. Disponete su quattro piatti o bicchieri, o in una montagnola, e cospargere la superficie con qualcuna delle restanti fragole macerate e il loro succo.
    Detto questo vi auguro un 2017 pieno di salute,desideri che si esaudiscono, di amore vero, di amici sinceri e di tantissima fortuna.Un caro saluto e buon fine e inizio anno!!!!!!